Regioni in bilico verso la zona arancione. I divieti tra Green Pass e Super Green Pass

·2 minuto per la lettura
An employee has her certification checked as Italy's new “Green Pass” vaccination requirement for employees to enter their offices became mandatory, at the Trenitalia, Italian train company offices, in Rome, Friday, Oct. 15, 2021. From Friday, certification is required for public and private workplaces. Both employees and employers risk fines if they don’t comply. Public sector workers can be suspended if they show up five times without a Green Pass. The pass is already required in Italy to enter museums, theaters, gyms and indoor restaurants, as well as to take long-distance trains and buses or domestic flights. The passes show that a person has had least one COVID-19 vaccine dose, or recovered from the virus in the last six months, or has tested negative in the last 48 hours. (AP Photo/Andrew Medichini) (Photo: via Associated Press)
An employee has her certification checked as Italy's new “Green Pass” vaccination requirement for employees to enter their offices became mandatory, at the Trenitalia, Italian train company offices, in Rome, Friday, Oct. 15, 2021. From Friday, certification is required for public and private workplaces. Both employees and employers risk fines if they don’t comply. Public sector workers can be suspended if they show up five times without a Green Pass. The pass is already required in Italy to enter museums, theaters, gyms and indoor restaurants, as well as to take long-distance trains and buses or domestic flights. The passes show that a person has had least one COVID-19 vaccine dose, or recovered from the virus in the last six months, or has tested negative in the last 48 hours. (AP Photo/Andrew Medichini) (Photo: via Associated Press)

La Liguria entrerà in zona arancione nel fine settimana e altre regioni sono in bilico, come la Calabria, la provincia di Trento e la Sicilia, dove il presidente della Regione Nello Musumeci ha detto: “Con questa tendenza di contagi la zona arancione sarà inevitabile”.

Le regole previste dal passaggio in zona arancione non prevedono chiusure, ma molte limitazioni per gli spostamenti e l’accesso a molte attività per chi non è vaccinato. Di seguito l’elenco di che cosa si può fare con o senza Green Pass e Super Green Pass.

Le regole della zona arancione

Con le nuove regole nazionali, come l’obbligo di mascherina all’aperto, non ci sono più differenze tra la zona bianca e la gialla. Quella arancione invece ha ancora più restrizioni rispetto alle altre due, e riguardano soprattutto l’obbligo di Super Green Pass.

Chi è senza certificato verde può spostarsi con mezzo proprio solo all’interno del proprio Comune. Ci si può recare in un altro Comune o fuori Regione solo per motivi di salute, necessità, lavoro o per usare servizi non disponibili nel proprio territorio. La regola non vale per chi vive in Comuni da meno di 5 mila abitanti, che possono muoversi comunque fino a 30 chilometri di distanza.

Cambiano le regole per lo sci. In zona arancione si sale solo con il Super Green Pass sugli impianti di risalita. Così il certificato rafforzato diventa necessario per ottenere lo skipass

Non si può mangiare ai tavoli di bar e ristoranti di strutture ricettive nemmeno all’aperto, se non si ha il Super Green Pass. In zona bianca e gialla invece basta il certificato verde base.

Per tutte le attività sportive, comprese le piscine all’aperto e l’accesso agli spogliatoi ci vuole il Super Green Pass.

Gli spostamenti con gli scuolabus sono possibili solo con il Green Pass per i giovani di più di 12 anni. Per chi ne ha meno non sono richiesti documenti.

Il Super Green Pass è necessario anche per partecipare ad attività ed eventi culturali ma anche a convegni, congressi e fiere anche all’aperto. Stessa cosa vale per sale da ballo e discoteche, feste di qualunque tipo, accesso a centri benessere e termali, anche all’aperto salvo che non ci siano necessità terapeutiche certificate. Non basta il tampone anche per entrare nei parchi di divertimento, nei centri culturali, sociali e ricreativi anche all’aperto, nelle sale gioco e scommesse.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli