Regioni, domani si riunisce la Conferenza dei presidenti: ecco l'odg

Rus

Roma, 27 nov. (askanews) - Il presidente Stefano Bonaccini ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, in seduta ordinaria, per domani alle 10. All'ordine del giorno della Conferenza delle Regioni i provvedimenti che saranno esaminati nelle successive Conferenze Unificata (15.45) e Stato-Regioni (16) convocate dal ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia. La Conferenza Stato-Regioni ha all'ordine del giorno un'informativa del Ministro sullo stato di attuazione dell'articolo 116 della Costituzione.

La Conferenza delle Regioni affronterà inoltre i seguenti argomenti: Affari istituzionali - Informativa sull'istruttoria in corso sulla pubblicazione dei dati di cui al comma 1, lettera f), dell'art. 14 del d.lgs. 33/2013 dei dirigenti regionali;

Governo del territorio - Proposta di documento da presentare al Governo recante "Indirizzi interpretativi delle norme in materia di demanio marittimo di cui all'art. 1, commi 246 e dal 675 al 685 della legge n. 145/2018";

Lavoro - Rettifica del Piano straordinario per il potenziamento dei centri per l'impiego e delle politiche attive, approvato con Intesa in Conferenza Stato-Regioni il 17 aprile 2019;

- Proposta di documento in materia di potenziamento anche infrastrutturale dei Centri per l'impiego, ai sensi del dm 74/2019;

- Aggiornamento delle Linee guida - approvate dalla Conferenza delle Regioni 25 maggio 2011 - relative allo standard formativo e professionale di responsabile tecnico di tintolavanderia;

Affari europei - Fondi strutturali UE, programmi operativi regionali: gestione finanziaria e performance reserve;

Sicurezza nei luoghi di lavoro - Approfondimento della tematica sicurezza del lavoro nelle fabbriche di materiale pirotecnico;

Fondo sviluppo e coesione - Delibera CIPE n. 26/2018 recante "Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014/2020. Ridefinizione del quadro finanziario e programmatorio complessivo" Proposta modifica punto 2.2 del deliberato.