Regno Unito, arriva l'Esercito a distribuire carburante

·1 minuto per la lettura

Circa 200 soldati dell'Esercito britannico, di cui 100 autisti, inizieranno a distribuire carburante alle stazioni di servizio del Paese a partire da lunedì, al fine di alleviare la mancanza di trasportatori, che ha portato alla chiusura di molte stazioni di servizio e lunghe file per il rifornimento.

I membri delle Forze armate saranno schierati dopo aver ricevuto un addestramento di emergenza.

"Il numero di personale militare si incrementerà di circa 200 unità la prossima settimana - dice Ben Wallace, ministro della Difesa britannico - la maggior parte sarà al lavoro lunedì, poi entro la fine della settimana ne arriveranno altri 60-70, per un totale di oltre 200".

Più di un quarto delle stazioni di servizio del Regno Unito è ancora sprovvisto di carburante, secondo l'associazione nazionale dei rivenditori.

"Se trovi benzina senza dover girare sei o sette distributori, sei molto fortunato!", dice un intervistato.

Il governo britannico consentirà inoltre l'ingresso temporaneo immediato di 300 camionisti stranieri, che potranno rimanere nel Regno Unito per lavorare sino alla fine del prossimo marzo.

La crisi del carburante è stata attribuita alla Brexit, che ha costretto molte decine di migliaia di conducenti a lasciare il Regno Unito, nonché a una serie di restrizioni che hanno portato a difficoltà nella formazione di nuovi autisti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli