Regno Unito, lancia un coltello da cucina e uccide il fidanzato: i due stavano litigando

Matthew Wormleighton
Matthew Wormleighton

A più di un anno dall’omicidio di un 45enne inglese, i giudici hanno stabilito che ad ucciderlo è stata la fidanzata che l’ha colpito con un coltello da cucina nel petto.

Lancia un coltello da cucina e uccide il fidanzato al culmine di una lite

La vittima si chiamava Matthew Wormleighton e nel maggio del 2021 era stato trovato morto nella sua abitazione a Chilthorne Domer, nel Somerset, in Inghilterra. Con lui viveva la fidanzata Hayley Keating, 31 anni. Al culmine di una lite, lei gli ha lanciato un coltello da cucina colpendolo al petto. La lama ha penetrato 10cm del corpo di Matthew. Una volta realizzato che il fidanzato sarebbe potuto morire, Hayley aveva chiamato i soccorsi, ma per il 45enne non c’era più nulla da fare ed è deceduto in ospedale.

Le dichiarazioni di Hayley Keating

La ragazza ha sempre detto di aver accoltellato il compagno. Nonostante ciò, Hayley si è difesa dicendo di non avere alcuna intenzione di ucciderlo, anzi, ha aggiunto che il fidanzato era violento con lei e in quel momento si stava solo difendendo. Ovviamente, queste dichirazioni, sono da verificare perchè amici e parenti della vittima hanno testimoniato in suo favore smentendo le parole di Hayley Keating.

La decisione dei giudici

La corte ha comunque deciso che la responsabile dell’omicidio di Matthew Wormleighton è solo ed esclusivamente la fidanzata. Gli inquirenti hanno inoltre aggiunto che la coppia, la sera della lite avrebbe assunto ingenti quantità di alcol e di sostanze stupefacenti. Hayley Keating sta usando questo punto a suo favore per poter dire di non ricordare cosa sia successo di preciso quella sera.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli