Regno Unito, le temperature record deformalo le strade

Strada deformata in Inghilterra a causa del caldo
Strada deformata in Inghilterra a causa del caldo

Per la prima volta il Regno Unito sta sperimentando temperature che mai si erano registrate nel corso della sua lunga storia. Il caldo, oltre a creare danni ambientali ed incendi, è arrivato addirittura a deformare le strade e danneggiare dei tratti di linee ferroviarie.

Le temperature elevate mettono in ginocchio il Regno Unito

La Scozia ha segnato la sua temperatura più alta raggiungendo 34,8 gradi. L’Inghilterra invece, trovandosi più a sud, ha anche superato i 40 gradi. Nel Lincolnshire si sono registrati 40,3 gradi. Un’anomalia per il Regno Unito che è abituato ad un altro tipo di clima. Ma gli effetti del cambiamento climatico si stanno verificando in tutto il mondo. Sono stati segnalati numerosi incendi che hanno distrutto case e raccolti. In molte regioni hanno dovuto dimezzare le risorse idriche a causa della siccità, lasciando in molti casi il bestiame a corto d’acqua e danneggiando gli allevamenti.

Caldo record in Inghilterra: strade deformate per le alte temperature

Un fenomeno sicuramente più raro legato all’aumento della temperatura è la deformazione delle strade. Numerose foto circolano su Twitter e sono state segnalate anche dalle forze di polizia che hanno invitato le persone a circolare con cautela. Emblematica l’immagine dell’autostrada A14 Westbound Bottisham. Oltre alle strade, gli incendi e il caldo eccessivo, hanno creato danni alle linee ferroviarie, costringendo la sospensione di molte corse. Stephen Belcher, capo scientifico del Met Office, ha dichiarato al The Guardian: “Se continuiamo in uno scenario di emissioni elevate potremmo vedere temperature come queste ogni tre anni. Dobbiamo cercare di azzerarle il prima possibile“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli