Regno Unito, Natalie Kane muore dopo aver inalato liquido per accendini: morto anche il figlio

natalie
natalie

La tragedia risale alla scorsa vigilia di Natale, quando la ragazza inglese di 27 anni Natalie Kane è morta in casa sua dopo aver inalato del liquido per accendini. A farne le spese è stato anche suo figlio Harry di 14 mesi, che è morto in casa per disidratazione, proprio per la scomparsa della madre.

Regno Unito, Natalie Kane muore dopo aver inalato liquido per accendini: morto anche il figlio

A quanto sembra, Natalie aveva avuto in precedenza diversi problemi di droghe. La ragazza e suo figlio Harry si apprestavano a passare il Natale insieme ad un amico, quando la 27enne, in casa propria, ha deciso di inalare del butano (liquido di un accendino). Il gesto le è stato fatale e la ragazza è deceduta poco tempo dopo. Suo figlio Harry, avendo solo 14 mesi, non poteva certo sostentarsi da solo. Anche il piccolo è, quindi, deceduto, pochi giorni dopo a causa della disidratazione.

Le parole di chi conosceva Natalie: “Non voleva ripetere i suoi comportamenti”

Natalie, una settimana prima della tragedia, si era sottoposta ad un controllo ed era risultata positiva al metadone. Una sua amica, però, assicura: “Natalie voleva evitare il suo ex partner e il padre di Harry per evitare il ripetersi di comportamenti tossici e negativi.” Chi altro la conosceva assicura che fosse:Una madre amorevole e devota a suo figlio Harry.”