Regno Unito: prove tecniche di ritorno alla normalità

·2 minuto per la lettura
liverpool test-evento giovani covid
liverpool test-evento giovani covid

Prove di normalità a Liverpool: un nightclub ha voluto creare un evento-test ospitando quasi 6mila giovani britannici che hanno potuto cantare, bere e ballare senza indossare la mascherina e rispettare le norme di distanziamento sociale. Un test per verificare se a breve il Regno Unito potrà riaprire senza scatenare nuovi focolai. Oltre 20mila tifosi previsti per la finale di Fa Cup.

Liverpool, 6mila giovani al test evento contro il covid

Il Regno Unito si sta riorganizzando per un ritorno alla normalità dopo la massiva campagna vaccinale contro il covid: a Liverpool nella serata di venerdì 30 aprile è andato in scena un test-evento che ha accolto quasi 6mila giovani.

Il nightclub Circus ai magazzini Bramley-Moore Dock ha voluto rivivere uan sera di normale vita in discoteca/prima di un concerto. I giovani presenti all’evento hanno potuto cantare, bere, ballare e divertirsi senza mascherina e senza rispettare il distanziamento sociale.

Ovviamente tutti tamponati prima e dopo la serata, sotto il controllo vigile delle autorità sanitarie. L’obiettivo del governo britannico è quello di organizzare altri test simili per verificare se sia possibile allenatre definitivamente le misure di restrizione senza incorrere nel rischio di scatenare nuovi focolai interni.

Giornata “monumentale”

Il dj Yousef, protagonista delll’iniziativa ha definito “monumentale” la giornata vissuta dal nightclub di Liverpool. Nella giornata di oggi sabato 1 maggio è previsto un altro test-evento simile. Domenica 2 maggio altri 5mila giovani parteciperanno al concerto della band Blossom al Sefton Park di Liverpool, sempre con tamponi negativi all’entrata.

Questa striscia di eventi e simulazioni di un ritorno alla normalità raggiungerà il suo culmine il 15 maggio a Wembley, dove sono attese oltre 21mila persone per la finale di FA Cup tra Chelsea e Leicester City.

I precedenti

Il processo di ritorno alla tanto agognata vita sociale non è iniziato nelle scorse ore. A Barcellona infatti qualche settimana fa si è tenuto il concerto-esperimento che ha accolto 4.500 persone, registrando buoni risultati. Pochissimi i positivi, già infettati prima dell’evento, dato che durante il concerto vigeva l’obbligo di indossare la mascherina.

Anche in Olanda si sono tenuti altri eventi per i giovani, riscontrando consensi anche tra le istituzioni. La normalità potrebbe non essere lontana, e intanto ci si mobilita in fretta per non farsi cogliere impreparati la prossima estate.