Regno Unito, rubato il water d’oro di Maurizio Cattelan

water d'oro maurizio cattelan

È stata rubata la notte scorsa l’opera intitolata “America”. Si tratta di un water d’oro, realizzato da Maurizio Cattelan, e che era stato offerto in modo provocatorio in prestito a Donald Trump.

Rubato il water d’oro di Cattelan

Il water d’oro di ben 18 carati, firmato dall’artista italiano Maurizio Cattelan, era esposto al Blenheim Palace, a Woodstock nel Regno Unito, quando è stato rubato. Non si tratta di un luogo qualunque, ma di un edificio signorile, risalente al XVIII secolo e famoso per essere stata la casa natale di Winston Churchill, ma anche patrimonio dell’Unesco.

Nemmeno un mese fa, Edward Spencer Churchill, fratellastro dell’attuale Duca di Marlborough, aveva affermato di essere ampiamente tranquillo per la sicurezza dell’opera, tanto da dichiarare: “Non sarà la cosa più facile da rubare“. E invece così non è stato, con il water d’oro rubato, comportando anche “danni significativi e una grossa perdita d’acqua“.

LEGGI ANCHE: "La tassa sulla pipì è una bufala", il chiarimento dei tecnici

Nonostante fosse in oro, infatti, si trattava di un vaso sanitario funzionante proprio come tutti gli altri. A tal fine, dovete sapere, i visitatori della mostra potevano prenotare un appuntamento di tre minuti per usare questa toilette, ritenuta quindi una parte della performance artistica. La mostra di Cattelan presso l’Oxfordshire era stata inaugurata da poco e per il furto è stato arrestato un uomo di 66 anni. Il water d’oro, però, non è stato ancora recuperato.

I criminali sono entrati nella notte nel palazzo e hanno lasciato la scena attorno alle 4.50. Nessuno è rimasto ferito“, ha dichiarato la polizia locale. “Poiché era attaccato alle tubature dell’edificio, ciò ha causato gravi danni e allagamenti“, ha quindi sottolineato l’ispettore Jess Milne. Per poi aggiungere: “crediamo che un gruppo di persone abbia usato almeno due mezzi durante il furto. L’opera non è stata ancora recuperata, stiamo indagando approfonditamente per trovarla e portare i responsabili davanti alla giustizia“.

LEGGI ANCHE: Scuola elementare: bagni unisex, la furia dei genitori

Questa opera, intitolata “America” era stata precedentemente esposta al museo Guggenheim di New York. Ma c’è un altro motivo per cui questo water d’oro aveva già fatto parlare di sé. Donald Trump, infatti, aveva chiesto in prestito al museo un dipinto di Van Gogh per arredare la Casa Bianca, ma la curatrice Nancy Spector aveva invece deciso di offrire proprio l’opera di Cattelan. Secondo il museo, infatti, il water d’oro era in grado di richiamare gli eccessi delle residenze private di Donald e Melania Trump. Cattelan, però, non ha mai voluto fornire una vera e propria interpretazione al suo lavoro. Quest’ultimo, in realtà, è stato concepito prima della candidatura di Trump alla Casa Bianca.

Non resta quindi che vedere come proseguiranno le indagini e scoprire che fine abbia fatto il wc d’oro realizzato da Maurizio Cattelan. Il valore di quest’opera si attesta a ben 1 milione di sterline.