Regole di Polizia: vietato stendere sui balconi, stop alcol in strada

nuove regole polizia

Il nuovo regolamento di Polizia urbana varato dalla giunta di Monza va a sostituire e in parte modificare quello del 1974. Tra le novità, infatti, vige il divieto di stendere i panni sul balcone se visibili dalla strada, il divieto di consumare alcolici sulla strada o nelle piazze e lo stop alle vendite dopo le ore 20. Inoltre, è stato confermato il Daspo urbano. Vediamo nel dettaglio cosa prevedono le nuove regole della Polizia urbana. Il testo, ricordiamo, verrà approvato la prossima settimana dal consiglio comunale con l’obbiettivo di combattere il degrado e aumentare la sicurezza. “Il testo – ha spiegato il comandante della Polizia locale Pietro Curcio – è uno strumento importantissimo”. “Consentirà agli operatori di intervenire sui fenomeni che mettono a repentaglio la sicurezza”.

Nuove regole Polizia urbana

“A mali estremi, estremi rimedi – ha commentato il sindaco Dario Allevi –. Questa è la nostra risposta a una società malata in cui ogni giorno vengono spaccate bottiglie, divelte panchine, distrutti giochi”. Le nuove regole della Polizia urbana varate dalla giunta di Monza, infatti, pongono numerose restrizioni. Tra le altre, il divieto di consumare alcolici in strade o piazze, nei giardini, da soli o in compagnia. La sanzione per i trasgressori va da un minimo di 25 euro a un massimo di 500.

Inoltre, i negozi non potranno vendere bevande alcoliche (vino e birra) dopo le ore 20 e fino alle ore 6 del giorno successivo. Le pizzerie, invece, potranno smerciare alcolici soltanto se abbinati al consumo di pietanze dalle ore 20 alle ore 24. Sarà vietato anche il bivacco per le strade o marciapiedi o gli accampamenti con camper o roulotte nei parcheggi.

Tra le altre novità introdotte vi è anche la lotta contro la devastazione dei giochi nei giardini pubblici e il divieto di utilizzo per chi no ha un’età consona. Divieto anche di imbrattare i muri con scritte o disegni. Infine, i commercianti con l’aria condizionata in negozio dovranno tenere chiuse le porte.

Divieti curiosi

Nelle nuove regole della Polizia sono stati inseriti anche alcuni divieti curiosi, come quello di camminare sui tetti o cornicioni, di stendere i panni in modo visibile sulla strada o bagnare i marciapiedi mentre si annaffiano i giardini. “A Monza – ha proseguito il primo cittadino – il livello di insicurezza percepita è più elevato di quello reale. Noi intendiamo mettere i cittadini nelle condizioni di stare tranquilli. Vogliamo bonificare le zone in cui è a rischio anche il decoro urbano come piazza Cambiaghi e il tratto di via Italia da Santa Maria in Strada a largo Mazzini”. “Chi infrangerà il regolamento in luoghi particolari – ha precisato l’assessore alla Sicurezza Federico Arena – oltre all’ammenda rischierà di rimediare l’ordine di allontanamento per 48 ore e sarà segnalato al questore”.