Reinfezione da variante Omicron: ecco cosa hanno evidenziato due nuovi studi

Salute: L’Africa Health Research Institute ha condotto una ricerca, in attesa di peer review, con la quale ha esaminato la possibilità di reinfezione dei soggetti già colpiti da variante Omicron del Sars-Cov-2. Secondo quanto emerso dallo studio, chi è stato infettato dalla sottovariante BA.1 ha una protezione ridotta dalle mutazioni BA.4 e BA.5. Inoltre, lo studio evidenzia che i soggetti non vaccinati hanno una protezione 36 volte inferiore contro la variante BA.4 e di 37 volte minore contro BA.5 rispetto alla capacità neutralizzante verificata con BA.1. Nei soggetti vaccinati invece la capacità di neutralizzare il virus è inferiore di 3,2 volte contro BA.4 e di 2,6 volte contro BA.5 rispetto a quella mostrata con BA.1.

Dunque la reinfezione da variante Omicron è possibile.

Scopriamo insieme maggiori dettagli.