Religione, Unitalsi: nonna e nipote insieme a Lourdes

Red/Nav

Roma, 29 ago. (askanews) - Tre generazioni, una famiglia unita nell'amore per Lourdes e per il volontariato. È l'esperienza di cui sono testimoni Massimiliana Giubilei e suo nipote Stefano, 13 anni, questi giorni a Lourdes lei come volontario e lui come giovane pellegrino per il Pellegrinaggio della sezione Romana-Laziale dell'Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali). Nonna e nipote sono partiti da Roma con il pullman lo scorso 25 agosto, e fanno ritorno oggi, in valigia le emozioni vissute al Santuario.

"Io sono partita per Lourdes per la prima volta nel 2002, - racconta Massimiliana - seguendo l'esempio dei genitori di Stefano, al tempo fidanzati. Mio nipote è cresciuto nello spirito di Lourdes. Quest'anno, Stefano è venuto in pellegrinaggio con me. Me lo aveva chiesto già l'anno scorso, ma pensavo fosse troppo piccolo".

"Per me - continua - è stata un'emozione grandissima vedere come si è ambientato, come si è confrontato con quest'esperienza alla sua giovane età, ha solo 13 anni. È stato bello osservare l'approccio che ha rivolto alle persone intorno a lui, anche quelle ammalate e con difficoltà, senza mai tirarsi indietro su niente. Ha dato una mano ogni volta che gli è stato possibile, naturalmente nei limiti della sua età". (Segue)