REMdevice: la Apple dei radiocomandi industriali

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Vicenza, 11 Novembre - REMdevice, azienda produttrice di radiocomandi industriali di Nove (VI), ha nel DNA l’archetipo del ribelle teorizzato da Carl Jung.

Spirito libero, rivoluzionaria e anticonformista fin dalla nascita, preferisce le strade nuove rispetto a quelle battute dagli altri. REMdevice fonda la sua identità sull’innovazione tecnologica e sui sistemi wireless a servizio dell’uomo: produce e vende radiocomandi industriali di sicurezza per il comando di macchine, gru e argani.

REMdevice deve il suo know how alla cooperazione intelligente tra figure professionali esperte e giovani brillanti, che collaborano per rompere lo status quo e diventare punto di riferimento per il settore dei radiocomandi industriali.

REMdevice offre la tecnologia più avanzata come bagaglio essenziale che ogni operatore porta nel suo viaggio verso il progresso. Uomo e macchina assieme, per migliorare la vita di ogni giorno.

“Crediamo nella tecnologia sostenibile e crediamo che il futuro sia in mano all’uomo che deve affrontarlo con responsabilità ed etica.” - spiega Diego Gobbato, CEO di REMdevice, aggiungendo - “Abbiamo rivoluzionato il mondo della movimentazione controllata, trasformando il concetto di radiocomando industriale: eliminando la batteria esterna, che nei prodotti dei nostri competitors devi sostituire spesso, abbiamo introdotto la carica ad induzione, riducendo drasticamente il problema dello smaltimento e dell’inquinamento dato dalle batterie. E’ impossibile realizzare un radiocomando industriale con batteria integrata che possa durare 1200 ore senza ricarica, ci dicevano. Finché lo abbiamo inventato. Il futuro del nostro mercato, noi di REMdevice, vogliamo crearlo, non subirlo.”

La sfida è rendere le loro innovazioni di prodotto il nuovo standard di domani, portando oggi maggiore attenzione alle tecnologie e alla combinazione dei materiali.

L’azienda realizza prodotti altamente funzionali che con il loro design offrono semplicità d’uso e usabilità, due concetti (cari a Steve Jobs) che si traducono in maggiore comfort per l’operatore che andrà ad utilizzarli nel lavoro di tutti i giorni.

Radiocomandi industriali REMdevice: innovativi per vocazione.

Mentre tutti gli operatori del mercato proseguivano sulla via delle batterie estraibili, REMdevice creava il futuro. E lo faceva attraverso un’elettronica a basso consumo di propria produzione, capace di allungare la vita utile del radiocomando e l’energia necessaria al suo funzionamento.

Non contenta, l’azienda diventava pioniera di settore nell’impiego di un sistema di ricarica a induzione per radiocomandi industriali, fondamentale per ridurre le problematiche tipiche delle batterie esterne, i frequenti ricambi e le materie prime utilizzate.

Grazie alla sua visione lungimirante, oggi REMdevice è tra i top player del settore. Una conferma al pensiero visionario di questa azienda, che ha saputo vedere più in là degli altri. E che non ha mai smesso di inventarsi e reinventarsi per soddisfare le esigenze del suo pubblico.

La promessa di REMdevice? Meno spreco e più durata. Meno consumi e più prestazioni.

Per approfondimenti:

Sito web REMdevice www.remdevice.com

Radiocomandi industriali REMdevice www.remdevice.com/prodotti/

Ufficio stampa Fattoretto Agency

fattoretto.agency