Renault insieme a Hyvia per la mobilità a idrogeno “green”

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 6 lug. (askanews) - Hyvia lancerà entro fine anno un ecosistema completo per la mobilità a idrogeno "green" dalla produzione attraverso l'elettrolisi dell'acqua, alle stazioni "mobili" di stoccaggio e di distribuzione che saranno prodotte a Flins in Francia per tutta l'Europa, fino alla flotta di veicoli commerciali targati Renault, con architettura "Dual Power" che sfrutta l'elettrico e l'idrogeno. L'ecosistema di Hyvia, che si basa sull'esperienza di Plug Power, leader mondiali delle soluzioni a idrogeno, sarà associato a servizi di finanziamento e manutenzione.

La flotta a idrogeno sarà composta dal Master Van H2-Tech, con un volume utile di 12 m3 e un'autonomia fino a 500 km, Master Telaio Cabinato H2-Tech per il trasporto delle merci più voluminose, con un volume utile di 19 m3 e un'autonomia di circa 250 km e Master Citybus H2-Tech, un minibus urbano per il trasporto di 15 persone, con un'autonomia di circa 300 km. I veicoli sono dotati di batteria da 33 kWh, cella a combustibile da 30 kW e serbatoi con una capienza da 3 a 7 kg di idrogeno, in funzione delle versioni.

"Per rispondere alle sfide della mobilità a idrogeno, è necessario proporre veicoli a celle di combustibile per tutti gli utilizzi intensivi, ma anche prendere in considerazione l'ecosistema nel suo complesso. Hyvia offre soluzioni di mobilità chiavi in mano con la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione di idrogeno verde nonché un'ampia gamma di veicoli commerciali. Soluzioni che rispondono alle nuove esigenze di aziende, grandi clienti, flotte ed enti pubblici, per intraprendere insieme la strada della transizione energetica", ha detto David Holderbach, presidente di Hyvia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli