Renault presenta agli azionisti la nuova strategia ambientale e sociale

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Nell’assemblea generale di venerdì scorso il gruppo Renault ha illustrato come intende realizzare la sua politica di responsabilità sociale e ambientale nell’ambito del piano strategico Renaulution. Questa politica ambiziosa, che si basa sullo sviluppo di dispositivi inediti, sosterrà la strategia di trasformazione del Gruppo ed i suoi obiettivi di performance. Poggia su tre grandi pilastri integrati nelle attività dell’azienda: transizione ecologica, sicurezza dei clienti sulle strade e dei collaboratori sul posto di lavoro ed inclusione, lavorando sull’occupabilità e la parità dei team. Oltre agli impegni assunti sull’elettrificazione dei veicoli, con un 65% di vendite di veicoli elettrificati dal 2025 e il 90% nel 2030 per la marca Renault in Europa, il Gruppo punta a raggiungere la neutralità carbonica in Europa nel 2040 e nel mondo nel 2050. Renault ha inoltre spiegato agli azionisti la sua "ragion d’essere".

Elaborata congiuntamente con tutti i dipendenti e di concerto con gli stakeholder, ed approvata dal CdA, esprime l’obiettivo ambizioso ed il senso del progetto collettivo del Gruppo in Francia e nel mondo: «Facciamo battere il cuore dell’innovazione affinché la mobilità ci avvicini gli uni agli altri». È con questa frase che l’organo sociale del Gruppo ed i suoi 170.000 dipendenti hanno voluto evidenziare la sostanza della missione al servizio dei clienti e di tutti i suoi stakeholder. Per approfondire il tema il Gruppo andrà oltre prevedendo di creare un "Comitato della Ragion d’Essere" entro la fine dell’anno. Costituito da personalità internazionali appartenenti ad una grande varietà di settori, fornirà al CdA analisi e raccomandazioni sulla strategia del Gruppo. «Facciamo rientrare la nostra responsabilità ambientale e sociale in uno dei capitoli della Renaulution.

I nostri impegni a livello di decarbonizzazione, sicurezza degli utenti dei nostri veicoli e dei dipendenti sul posto di lavoro e inclusione rispondono alle nostre sfide strategiche e alimentano la creazione di valore. Questo piano di azione, realizzato con i team dell’azienda e secondo i valori di innovazione e solidarietà che ci appartengono, è sostenuto collegialmente dai membri del Comitato Esecutivo e si integrerà perfettamente nelle nostre attività. Questi impegni, che contribuiscono alla trasformazione del Gruppo, rispondono alla nostra “ragion d’essere”, di cui sono la traduzione operativa» ha dichiarato Luca de Meo, CEO del gruppo Renault.