Renzi a carte coperte ma si sente di nuovo top player

Gabriella Cerami
·Politics reporter, L'Huffington post
·2 minuto per la lettura
26/01/2021 - 19:27:29 Matteo Renzi (Iv) durante la votazione sullo scostamento di bilancio nell'aula del Senato, Roma, 20 gennaio 2021. ANSA/ETTORE FERRARI (Photo: ETTORE FERRARI)
26/01/2021 - 19:27:29 Matteo Renzi (Iv) durante la votazione sullo scostamento di bilancio nell'aula del Senato, Roma, 20 gennaio 2021. ANSA/ETTORE FERRARI (Photo: ETTORE FERRARI)

L’operazione ‘Responsabili’ non decolla e Matteo Renzi si sente di nuovo top player. Immagina che una futura maggioranza debba necessariamente passare da Italia Viva alla luce del fatto che, per ora, il centrodestra è compatto e i ‘costruttori’ non si sono palesati. “Ora – scrive il leader di Iv nella sua e-news - possiamo dare al Paese un governo serio, di legislatura”.

Riguardo la guida di questo esecutivo tiene le carte coperte, ma di Giuseppe Conte dice: “Ha preso atto di non avere i numeri e si è dimesso”. Sostiene che i fatti stiano dando ragione a Italia Viva che chiede un cambio di passo rispetto al passato. Demolisce le decisioni prese finora dall’esecutivo e lancia la palla un po’ più in là: “Siamo tra i peggiori al mondo come Pil nel 2020, come rapporto popolazione-decessi per Covid, come numero di giorni di scuola persi dai ragazzi. Il Recovery Plan è l’ultima occasione: va colta adesso. Per il momento non è all’altezza delle nostre aspettative e soprattutto dei bisogni dell’Italia”. Insomma, “chiediamo un salto di qualità nella gestione della Res publica”.

Considerati i presupposti è difficile immaginare che il leader di Italia Viva sia disposto a sedersi ancora a un tavolo con il premier dimissionario, ma prende ventiquattro ore prima di incontrare deputati e senatori e comunicare la linea che il partito terrà quando salirà al Colle per le consultazioni con il Capo dello Stato Sergio Mattarella. Renzi tiene sotto controllo i numeri del pallottoliere del Senato fino alla fine. Non si espone nel dubbio che alla fine possano emergere la pattuglia dei responsabili.

È probabile, stando alle ultime indiscrezioni, che in un primo momento Italia Viva si presenterà al Colle senza indicare un nome come futuro premier. “Per noi c’è Conte, ma non c&rs...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.