Renzi: "Amore finito col Pd, il mio avversario è Salvini"

webinfo@adnkronos.com

"Il mio avversario non è Zingaretti, è Salvini. Più che sottolineare le differenze con quelli a me vicini, sottolineo quelle con quelli più lontani. Quanto al Pd, sono anni che i media aprono con le polemiche nel Pd. Quando finisce l'amore forse è meglio lasciarsi con rispetto reciproco. Io non dirò una parola contro il Pd perché è stata la mia comunità ma ognuno vado dove vuole. Faccio una citazione: 'Non raccontare a me cos'è la libertà', come cantava Guccini". Lo ha detto il senatore Matteo Renzi, leader di Italia Viva, parlando al Wired Next Fest in corso a Palazzo Vecchio a Firenze. 

A proposito della scissione di Italia Viva, Renzi ha osservato: "Per il 70% degli italiani la nostra scelta è figlia di motivi personali. Bene, evviva. Se c'è chi la pensa così, amici come prima. Per me la casa che stiamo costruendo p un modo per stare insieme senza litigare sulle cose concrete. Italia Viva è un posto tutto da costruire".  

"Io sono contento per la nascita di Italia Viva, perchè ora, quando mi alzo la mattina non mi devo più preoccupare di chi mi accoltella tra i compagni di partito. Perchè tutte le volte che mi alzavo c'era uno che mi dava alle gambe: era come se tra i compagni di una squadra di calcio, nessuno ti passa la palla”, ha concluso Renzi.