Renzi attacca la Meloni sul reddito di cittadinanza

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Matteo Renzi, leader di Italia Viva ed alleato di Carlo Calenda va all’attacco e stavolta nel suo mirino ci finisce il presidente del Consiglio dei Ministi, Giorgia Meloni. Il politico toscano se la prende in merito ad una questione particolare: il reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza, Renzi contro Meloni: “Voleva abolirlo, ora propone solo modifiche”

Giorgia Meloni sembrava essere intollerante, almeno in campagna elettorale, al sussidio figlio del Movimento 5 Stelle, e quindi spingeva per abolirlo definitivamente. Niente modifiche, come sta accadendo adesso. Allora Matteo Renzi non dimentica e, nella sua enews, dichiara:

Parlo delle contraddizioni di chi ha vinto le elezioni ma fatica a concretizzare ciò che aveva promesso. Un esempio? Il reddito di cittadinanza. Avevano promesso che lo avrebbero abolito. Anzi, Meloni diceva in campagna elettorale che lei era l’unica a chiedere di abolirlo. Oggi tornano a parlare di semplici modifiche“.

Matteo Renzi non ha mai voluto il reddito di cittadinanza

Sebbene Matteo Renzi sia parte di un’opposizione razionale e non per il “no” a prescindere, non è mai stato un grande “fan” del reddito di cittadinanza e, controcorrente rispetto agli oppositori del premier si è sempre battuto per abolirlo. Di Renzi si ricorda la porposta di un referendum popolare che aveva come quesito l’abolizione del sussidio pentastellato. Ovviamente tale referendum non è mai stato applicato ed è finito nel dimeticatoio.