Renzi attacca Salvini: “Sui migranti proclami da Capitan Fracassa”

vertice migranti malta renzi salvini

Matteo Renzi esulta per il risultato raggiunto al termine del vertice Ue sui migranti a La Valletta. Tramite i propri canali social, il fondatore di Italia Viva ha definito l’accordo temporaneo tra Italia, Malta, Francia, Germania e Finlandia come un primo passo non solo verso una migliore accoglienza ma anche verso il ritorno di Roma ad avere un ruolo di primo piano all’interno dell’Unione. L’accordo, continua Renzi, metterà fine ai “proclami da Capitan Fracassa” di Matteo Salvini.

Renzi contro Salvini

“Ieri si è svolto un vertice europeo sull’immigrazione tra i ministri dell’Interno. Dopo 15 mesi di assenza di Salvini, l’Italia è tornata al tavolo”, scrive il senatore fiorentino. “I primi risultati sono arrivati. Per cambiare le cose serve serietà, non i proclami di Capitan Fracassa“, continua Renzi riferendosi ai toni usati da Matteo Salvini durante i suoi mesi al Viminale.

Ultimi sondaggi politici

Il partito di Matteo Renzi mette a punto il suo primo sorpasso politico e, a una settimana dalla sua nascita, supera uno dei nomi storici dello schieramento di centrodestra. I più recenti sondaggi politici realizzati da SWG per La7 rivelano che Italia Viva conquista il 5,4% dei consensi, contro il 5,1% degli azzurri di Silvio Berlusconi. Il confronto con le stime del 16 settembre rivela che il partito del Cavaliere ha perso 0,8 punti percentuali, collocandosi all’ultimo posto nella classifica dei partiti maggiori.

La prima forza politica del Paese resta la Lega, ma neppure il partito di Matteo Salvini è esente dal generale trend del calo dei consensi. Con un -0,4, il Carroccio passa dal 34% al 33,6%.

I due partiti di governo sono separati da meno di un punto percentuale. Il M5s si ferma al 20% (registrando un calo dello 0,5%), superando il Pd che, con -2,1%, scende dal 21,5% al 19,4%.

In calo anche Fratelli d’Italia, che perde lo 0,3% e si assesta al 6,7%.

Il consenso di Italia Viva

Italia Viva ha raccolto il consenso degli elettori scontenti provenienti da aree diverse del panorama politico attuale. Secondo le stime SWG, il 2,8% del 5,4% raggiunto dal partito di Renzi è composto da ex sostenitori del Pd. Segue +Europa, con 0,8%, Forza Italia e il M5s con lo 0,7%. Il restante 1,1% proviene da altri gruppi politici o da astensionisti.