Renzi: centrodestra può decidere presidente, ma non Berlusconi

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 gen. (askanews) - Il centrodestra può decidere il nuovo presidente della Repubblica, se farà un "nome che va bene anche agli altri" e Silvio Berlusconi non risponde a questo profilo. Lo ha detto Matteo Renzi parlando a 'Metropolis', trasmissione sui siti del gruppo Gedi. "Salvini dice 'un presidente di centrodestra? Vediamo! Bisogna che lui sia bravo ad ottenere il consenso per arrivare lì. Nel 2013 Bersani non ce l'ha fatta, noi nel 2015 sì, siamo stati un po' meno incapaci di Bersani".

Il ragionamento di Salvini, ammette Renzi, "ha una sua coerenza: mettiamo uno che è espressione di quell'area, che ha 460 grandi elettori. Il mio Pd l'altra volta ne aveva 420, meno di quelli che ha il centrodestra oggi". Dunque, "se loro sono bravi e trovano un nome che va bene anche agli altri... Game, set, match".

Ma, gli viene fatto notare, non può essere Berlusconi, visto che gli altri dicono no. "La sua sintesi mi sembra difficilmente smentibile vista la discussione in corso...". Renzi però non chiarisce se Iv voterebbe il Cavaliere: "Quello che penso della candidatura di Berlusconi se mi chiama glielo dico chiaramente o se il centrodestra ufficializzerà lo dirò in pubblico. Su questo sono molto lucido e determinato". Di sicuro, ha aggiunto: "Trovo molto sagge le parole di Letta - Letta zio - : il clima che si era instaurato per il ricordo di David Sassoli era di grande coesione e rispetto e questo dovrebbe essere il clima per eleggere il nuovo presidente".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli