Renzi a Conte: non siamo sudditi, ma alleati

Mch

Cologno Monzese (Mi), 13 feb. (askanews) - "Siamo in democrazia e possiamo non essere d'accordo su tutto: non siamo dei sudditi, siamo degli alleati". Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, rispondendo alle parole pronunciate oggi dal premier Giuseppe Conte durante una intervista su Rete 4.

Parlando con Paolo Del Debbio durante la registrazione di Dritto e rovescio, in onda stasera su Rete 4, Renzi ha detto: "Se il presidente del Consiglio ha voglia di lavorare insieme a noi per rendere la giustizia più veloce 'evviva', noi ci siamo".

Renzi ha sottolineato di non voler diventare un "giustizialista a 5 Stelle" e ha aggiunto: "Ho fatto un governo con i grillini per evitare che Salvini prendesse pieni poteri, non è che mi son bevuto il capo e divento grillino, mi iscrivo alla piattaforma Rousseau e divento giustizialista anche io", ha chiosato.