Renzi contro M5s: “Li faccio esplodere sul reddito di cittadinanza”

renzi contro m5s

Matteo Renzi non placa le tensioni nella maggioranza: dopo l’opposizione alla riforma della giustizia, il leader di Iv prepara le prossime mosse. “Pensano di neutralizzarmi – ha detto l’ex premier -, ma non si accorgono che nell’angolo ci sono finiti loro”. Da un rilassante weekend di sci sulle nevi dell’Himalaya, lontano dalle polemiche, Renzi non rinuncia a scagliarsi contro gli avversari, in particolare contro M5s.

Renzi contro M5s

Giuseppe Conte, con una nota da Palazzo Chigi, ha assicurato che il governo non è alla ricerca di nuove maggioranze. Matteo Renzi, invece, continua ad alimentare un dibattito lancia un atto contro M5s: “Se vogliono provare a fare un Conte Ter senza di noi mi sta benissimo, si accomodino”. Poi, tornando sul tema prescrizione, un ministro dem avrebbe detto: “Questo pasticcio è il risultato dei brainstorming divergenti di Matteo ma anche di Nicola (Zingaretti ndr.)”. Tra le prossime tappe di Renzi, inoltre, c’è un appuntamento a Porta a Porta.

Se per la prescrizione il leader di Italia Viva ha incassato una sconfitta, il focus viene spostato ora sui temi economici e in particolare sul reddito di cittadinanza. Renzi lancia la sua minaccia contro M5s: “Li faccio esplodere”. L’ex premier aveva detto fin da subito che se il Conte bis si fosse configurato come replica del Conte Uno andavano eliminate alcune leggi. Tra queste “l’obbrobrio della abolizione della prescrizione” e il “fallimentare sussidio del reddito di cittadinanza”. Infatti, “è arrivato il momento di cambiare quel meccanismo – sostiene Renzi -. Con un’altra politica: al Sud bisogna aprire cantieri, non continuare a dare sussidi”.