Renzi: "Far cadere il governo? Non sono cattivo, mi disegnano così"

webinfo@adnkronos.com

Se in Emilia-Romagna vince il centrosinistra va in un modo, se, invece, vince il centrodestra cade il governo per mano di Renzi? ''Ma di che? Io sono come Jessica Rabbit, non sono cattivo, mi disegnano così", replica con una battuta Matteo Renzi, ospite di Rtl102.5. "A chi interessa che accadrà il giorno dopo delle elezioni in Emilia-Romagna, in Calabria o in Toscana? Chiederei se mai agli ascoltatori - sottolinea il leader di Iv - se gli interessa sapere chi saranno i consiglieri regionali in Emilia-Romagna o sapere se riusciamo a eliminare quella follia della tassa sulle auto aziendali". 

"A me sta a cuore evitare che il governo aumenti le tasse", assicura. "Abbiamo fatto la battaglia sull’Iva, ci han preso per matti, e l’abbiamo tolta, abbiamo fatto la battaglia sulla tassa sui cellulari e abbiamo tolto anche quella, adesso sulle auto aziendali e sembra - lo riportano anche i giornali stamattina - che abbiano tolto anche quella lì. A me adesso interessa cercare, per quanto possibile, di fare una cosa che, forse non interessa molto all’opinione pubblica: ridurre il costo degli interessi sul debito". "Tutto ciò che avverrà in Emilia-Romagna, in Calabria, in Toscana, in Liguria, lo vedremo a tempo debito - sottolinea Renzi - ora la priorità è fare un partito 'No Tax'...'' 

Quindi ricorda che "questo governo è nato contro Salvini perché lui ci ha messo del suo... Il colpo del sole del Papeete non è che lo abbiamo organizzato noi, ha fatto tutto da solo, ma sono d'accordo sul fatto che noi dobbiamo farci riconoscere per le nostre idee, parliamo in positivo e non soltanto contro gli altri". 

Il leader di Iv interviene poi sugli episodi di razzismo fuori e dentro gli stadi invitando tutti ad abbassare i toni "e naturalmente partiamo dal presupposto che rispettare le regole del gioco significa dire che noi siamo nati per una Costituzione antifascista e contro ogni forma di discriminazione e di razzismo. In questo senso bravissimo l'arbitro Gianluca Rocchi che blocca Roma-Napoli, bravissimo il Verona che butta fuori dal Bentegodi l'ultrà che ha attaccato Baltoelli, dopodiché chi va in Nazionale lo decide il ct Mancini, non il senatore dell'opposizione o della maggioranza... Ripartiamo dai fondamentali e dal fatto che siamo tutti italiani e abbiamo l'orgoglio e l'onore di fare parte di una grande comunità''.  

E plaude all'incontro Salvini-Segre. "Tutto ciò che serve per tranquillizzare il clima secondo me va fatto. Allora benissimo la Segre che si offre di prendere un caffè con Salvini... Io sono molto contento di questo gesto perché dà un segno di distensione, poi bisogna che anche Salvini ci metta del suo e che chi alimenta tensioni e porta in piazza Casa Pound sia consapevole dei rischi di questa operazione. Abbassiamo i toni, tutti", conclude il leader di Iv.