Renzi, Gariglio: resto nel Pd, altro partitino non serve

Pol/Vlm

Roma, 18 set. (askanews) - "Il mio impegno continua nel Partito Democratico. Agli amici che ci lasciano auguro, con dispiacere ma senza rancore, di poter costruire insieme a noi, che continuiamo a credere nel Pd, un futuro migliore per i nostri figli e per la nostra comunità". Lo scrive su Facebook Davide Gariglio, deputato del Partito democratico.

"Quando Matteo Renzi - continua - uscì sconfitto dalla Primarie con Bersani nel 2012 rispondeva, a tutti coloro che lo incitavano ad uscire dal Pd, che non c'era bisogno 'di un altro piccolo partito e che per cambiare l'Italia occorreva avere un grande partito, con una grande forza'. Riconosco a Renzi di aver saputo rivoluzionare la politica italiana e di aver cambiato profondamente il Pd Con Renzi alla guida del governo sono stati raggiunti grandi risultati, sia sul piano macroeconomico sia sui diritti individuali; sono state approvate leggi attese da decenni, è stata data una nuova immagine al centrosinistra".

"Oggi però non riesco a capire le ragioni di questa scissione e continuerò le mie battaglie per riformare il paese dentro il Pd", conclude.