Renzi, l’intervista: “Il Pd è privo di entusiasmo, è cambiato tutto”

matteo renzi

Matteo Renzi, con la fondazione del suo nuovo partito Italia Viva, ha raccolto una serie di deputati e senatori provenienti dai diversi gruppi politici. In un primo momento hanno aderito al partito i piddini delusi, ma, come abbiamo visto, si sono aggiunti anche rappresentanti di LeU e Forza Italia. Ora, l’ex premier punta a guadagnare qualche punto percentuale nei sondaggi. Vediamo alcuni passi rilevanti dell’intervista a Matteo Renzi condotta dal direttore del Foglio, da Claudio Cerasa.

Matteo Renzi, l’intervista

La prima evidenza interessante, emersa durante l’intervista di Matteo Renzi, è l’alleanza con il Movimento 5 stelle. Infatti, il leader di Italia Viva ha cambiato idea un anno e mezzo dopo in quanto “ora è cambiato tutto, il Movimento è più debole elettoralmente e meno centrale sotto l’aspetto del dibattito politico” ha spiegato. Mentre dunque il Matteo del centrodestra imponeva ai grillini l’agenda politica, Renzi (secondo quanto ha riportato libero) sembra recuperare i pentastellati delusi per farli convergere nella sua formazioni. In tutto ciò Luigi Di Maio, il capo politico, perde sempre più rilevanza nel Movimento, che sembra vicino a una crisi interna.

Per quello che riguarda il vecchio partito, il Pd, Renzi lo ha accusato di “vivere di correnti e fuoco amico, essere privo di entusiasmo” e di “aver rinnegato la spinta riformista”. Per questi motivi è avvenuta la scissione, che ha condotto alla formazione di Italia Viva. Infine, sul futuro della nuova formazione, l’ex premier punta a guadagnare il 10%.