Renzi: Mittal ha scelto chiusura Taranto, si smetta di difenderlo

Bar

Roma, 19 nov. (askanews) - "Mittal ha scelto scientemente di fare una operazione di chiusura di Taranto. Tant'è che nel 2017 qualcuno fece notare che quel progetto era meno buono di altri". Così Matteo Renzi, leader di Italia viva, ha commentato, durante la registrazione di Porta a porta in onda stasera su Rai1, la vicenda dell'ex Ilva di Taranto e la polemica sulla eliminazione dello scudo penale.

"Lo scudo l'han tolto Salvini e Di Maio ma in 37 pagine di ricorso legale di Mittal l'elemento scudo sta in una pagina. Il resto è sulla crisi dell'acciaio. Ho capito, ma tu hai un obbligo a far lavorare quelle persone". Sulla questione dello scudo, ha spiegato Renzi, "non me la sento di buttare la croce addosso a Patuanelli (che secondo l'ex premier aveva detto che per l'azienda lo scudo non rappresentava un problema, ndr). Bisogna smettere di fare gli avvocati difensori di Mittal".

"Abbiamo presentato un emendamento, mi auguro che la Lega lo voti e che i 5 stelle lo votino. Lo scudo - ha ribadito il leader di Iv - è un alibi che va tolto, rimaniamo per correttezza davanti agli italiani che è stato tolto da Lega e 5 stelle e che poi c'è stato un intervento non brillante della magistratura sull'altoforno 2".