Renzi: no allo sbianchettamento delle tasse universitarie

Rea

Roma, 8 feb. (askanews) - Nel contesto dell'istruzione "il problema più urgente è l'abbandono scolastico, ancora troppo alto". Invece "sul tema delle tasse universitarie qualcosa abbiamo fatto, c'è ancora da fare, ma non sono d'accordo con chi dice di abolirle. Chi se lo merita va aiutato, ma no allo sbianchettamento delle tasse universitarie". Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi, intervistato dal sito Skuola.net, e bocciando dunque una delle proposte più caratterizzanti di Liberi e Uguali.

Quanto al numero chiuso nelle università, "possiamo discutere sullo strumento ma un elemento di filtro ci vuole. E deve essere una riforma condivisa. Farlo, evitando l'elemento critico della Buona Scuola", appunto la mancata condivisione.

Tuttavia, Renzi ironizza su Luigi Di Maio che ieri - sempre a Skuola.net - aveva frenato sulla possibilità di abolire la riforma: "Ma gli 80 euro, il bonus diciottenni, l'assunzione dei professori, ora non li vuole abolire più nessuno. Però se una cosa è buona, perchè hanno votato contro? Perchè hanno votato contro il tetto agli stipendi della P.A.?".