Renzi: non è la magistratura che decide cosa è politica e cosa no

Lme

Milano, 2 dic. (askanews) - "Hanno preso di mira la Fondazione Open, che è la fondazione che organizza la Leopolda, un evento che era sempre contestato anche dal Pd perché non era un evento di partito. Ma oggi i magistrati dicono che la Leopolda era un partito, io rispetto l'autonomia della magistratura, ma non è la magistratura che decide se quella cosa era un partito. L'idea alla base dell'indagine è di avere finanziato un partito e non una fondazione. Noi, come in tutte le democrazie, chiediamo sostegno a chi crede nel nostro progetto. Se le cose sono fatte secondo le regole, dare finanziamenti a una fondazione è assolutamente legale". Lo ha detto Matteo Renzi, parlando dell'indagine in corso, all'evento di presentazione di Italia Viva a Milano.

"A mio giudizio - ha aggiunto Renzi - il punto è triplice: chi decide cosa è politica e cosa no, per me deve essere il parlamento. Il secondo tema è il diritto di avere un processo i tribunale e non sui social, perché molte persone coinvolte nelle indagini rischiano di avere un danno reputazionale irreversibile. E poi attaccano la Fondazione Open, che era l'unica fondazione completamente trasparente. Ma di tutti gli argomenti proprio a noi volete venire a dare lezioni?".