Renzi: non abbiamo rotto maggioranza ma difeso stato di diritto

Luc

Roma, 16 gen. (askanews) - "I titoli di oggi sono fantastici: Renzi spacca la maggioranza. Guardiamo i fatti: c'era una legge sulla prescrizione voluta dal Pd e dal ministro Orlando. Poi sono arrivati i populisti gialli-verdi e con i voti leghisti e grillini hanno cambiato la legge eliminando la prescrizione e rendendo i cittadini imputati a vita. Un obbrobrio giuridico. Noi ieri abbiamo votato per ripristinare la legge dei nostri Governi, cancellando le misure giustizialista e populiste. Mi dispiace solo che il Pd abbia scelto di seguire i grillini anche su questo, andando purtroppo a rimorchio dei Cinque Stelle. Non abbiamo rotto la maggioranza, abbiamo solo difeso lo stato di diritto. Continueremo a farlo, anche senza il permesso dei populisti: populisti nuovi e populisti vecchi. Abbiamo fatto un governo insieme per mandare a casa Salvini, non per diventare grillini". Lo scrive il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, su facebook, difendendo la scelta del suo partito di votare ieri in commissione Giustizia alla Camera con l'opposizione per abolire la riforma della prescrizione voluta da Bonafede.