Renzi: poco credibili appelli a unità Pd da autori fuoco amico

Adm

Roma, 19 set. (askanews) - Matteo Renzi lascia il Pd perché "nel partito contano le correnti e non le idee" e non sono "credibili gli appelli all'unità da chi si è specializzato nel fuoco amico". Il leader di 'Italia viva' lo dice nella sua enews.

"'Italia viva' è la casa che ci siamo dati per fare politica. Dopo anni di litigi e divisioni, di fuoco amico e attacchi, ho deciso di lasciare il Pd".

Aggiunge Renzi: "Risparmiamoci l'ipocrisia quando per anni si è litigato ogni giorno su tutto: sono poco credibili gli appelli all'unità da chi si è specializzato nel fuoco amico. È andata così, salutiamoci e rispettiamoci".

"La mia, la nostra scelta è difficile sia per gli aspetti umani che per quelli politici. Sotto il profilo umano faccio una scelta controcorrente e rinuncio a una posizione di rendita. Potevo starmene al calduccio del partitone e delle sue correntine. Ma per me la libertà vale più delle comodità. Riparto da zero, zaino in spalla, scelgo la strada più difficile perché penso che sia giusto".

(segue)