Renzi pronto a lasciare la leadeship a Calenda in caso di accordo. Lo afferma Marattin (Iv)

renzi con calenda
renzi con calenda

Renzi e Calenda stanno lavorando alla nascita di un terzo polo di Centro dopo lo strappo del leader di Azione con il Pd. Nel caso si trovasse un accordo, Renzi sarebbe disposto a lasciare la leadership a Calenda. Lo afferma il deputato di Italia Viva, Luigi Marattin

Renzi e Calenda al lavoro per la nascita di un terzo polo

Sono giorni, se non ore frenetiche per il possibile accordo tra Renzi e Calenda, dopo lo strappo del leader di Azione con il Pd che ha rimesso in discussione tutte le alleanze in vista delle prossime elezioni.

Tanti i punti in comune ma anche le divergenze che occorre analizzare in vista della nascita di un compatto polo di Centro. Uno dei temi principali.  così come sta accadendo nell’ambito dell’alleanza di centro- destra, è ovviamente la leadership del futuro schieramento.

Calenda: “Leadership? Magari a un terzo, chi lo sa”

Nel corso del suo intervento a “30 minuti al Massimo” sul sito de La Stampa, dopo aver dichiarato di lavorare alla nascita di un terzo polo con Mattero Renzi – specificando  di non aver comunque ancora raggiunto l’accordo – Calenda ha tergiversato sull’argomento: “Nel terzo polo ci sarà una leadership, lo decideremo”- ha affermato .  Alla domanda “Lei o Renzi” ha risposto:”O magari un terzo, o magari una terza, chi lo sa?”

“Leadership a Calenda”

Decisamente più  diretto il  deputato di Italia Viva Luigi Marattin che ha dichiarato: “Renzi ha dichiarato con molta generosità che lascerebbe, se un accordo venisse trovato, la leadership politica di questa avventura a Calenda. Non ha mai messo i propri destini personali davanti a quelli politici, lo dimostrò dopo la sconfitta al referendum con le sue dimissioni” ha affermato ai giornalisti in via degli Uffici del Vicario  – ” Io credo che ci sia bisogno anche di questa generosità. Gli italiani devono rendersi conto anche di questa generosità” ha concluso.