Renzi: "Salvini ha usato i social per istigare all'odio"

webinfo@adnkronos.com

"Matteo Salvini ha utilizzato i social per istigare all'odio, questo è il vero problema". E' l'atto di accusa di Matteo Renzi intervenendo alla scuola di formazione 'Futura' di Terrasini organizzata da Davide Faraone. "Salvini sta creando un clima da razzismo, anche oltre la sua intenzione. Se io ministro dell'interno di fronte tutti i reati ho la stessa reazione è un clima, ma se io esaspero la reazione davanti a reati commessi da stranieri e sto zitto davanti a un altro reato compiuto da un ragazzo italiano, sto in qualche misura creando un humus culturale su cui nasce e cresce il sentimento anti immigrati, l'odio razziale etc". "Non sto dicendo che Salvini è razzista - dice - ma la comunicazione social che viene fata rischia di creare in clima di odio".  

"Sulla comunicazione social penso che Salvini, purtroppo, mi abbia battuto", aggiunge'. "Il mio errore, una volta arrivato a Palazzo Chigi è stato quello di non dare troppa attenzione ai social - dice - Se avessimo messo su una struttura come il M5S o come Matteo Salvini saremmo stati più forti. La valanga di fakenews che mi ha colpito è una valanga che ha colpito anche le persone attorno in modo pazzesco". 

"Il senatore Matteo Salvini ha speso o non ha speso parte dei 49 milioni di euro che la Lega deve restituire agli italiani per alimentare la sua macchina da consenso su Facebook? Lo dica", prosegue Renzi. "Io sostengo che Salvini ha speso una parte di quei soldi per 'la Bestia' - dice - Io sono disponibile a rinunciare alla immunità parlamentare, a differenza sua, io non scappo come lui. E' evidente che su quella Bestia c'è ancora molto da sapere...", dice. 

"I sovranisti giocano sulla paura. Essere progressisti significa credere nel futuro e non avere futuro del futuro. Non possiamo costruire muri e vivere nella paura, significa abbracciare il mondo che cambia. Significa abbracciare una società multietnica, capace di vivere la globalizzazione", prosegue.