Renzi se ne va e lancia la petizione per "una nuova casa"

webinfo@adnkronos.com

"Non stare a guardare: Mettiti in gioco!". Il tempo di annunciare la scissione dal Pd, e Matteo Renzi lancia la petizione per 'Una nuova casa. Innovativa, giovane e femminista', la stessa citata nel post di addio al partito che, nelle intenzioni, dovrà essere fucina di "idee e proposte per l'Italia e per la nostra Europa". 

Piattaforma scelta per la raccolta firme, quella dei 'Comitati Azione Civile', movimento - si legge nella descrizione - "dal basso. Qui tutti possono partecipare e contribuire a rendere migliore il nostro Paese. Persone con voglia di fare e di dimostrare che un’altra strada è possibile". 

Del resto, spiega ancora la didascalia che campeggia in homepage, "siamo tutti chiamati a metterci in gioco per costruire percorsi di crescita sostenibile, per promuovere la conoscenza e la verità, per sostenere lo sviluppo del nostro Paese e renderlo accogliente, solidale, giusto come ci chiede la Costituzione. Ciascuno - si legge ancora - può dare il suo contributo, liberamente. Non stare a guardare: Mettiti in gioco!", l'invito. 

L'obiettivo della petizione sono 10.000 firme, poco meno di 1.650 quelle raccolte finora. Divisi gli utenti dem cui la petizione è rivolta: condiviso nei commenti Facebook al post di addio, l'invito ad aderire al nuovo progetto targato Renzi raccoglie infatti da un lato convinta partecipazione e, dall'altro, l'ironia di quanti hanno già deciso di separarsi dal senatore ex segretario.