Renzi verso lo strappo con Conte: lo scontro è vicino

Conte-Renzi verso lo strappo

Sale la tensione tra il premier Giuseppe Conte e Matteo Renzi. Stasera il leader di Italia Viva sarà ospite in tv a Porta a Porta e farà un importante annuncio sul governo. “Da Vespa dirò alcune cose...”, ha anticipato, “consiglio di seguirci, sarà importante per il prosieguo della legislatura".

VIDEO - Chi è Matteo Renzi?

Renzi, la cena con i suoi e l’annuncio

Il leader di Italia viva, durante la cena di ieri sera, avrebbe tentato di rassicurare i suoi, ma si fanno sempre più insistenti le voci di una possibile rottura politica con l’esecutivo giallorosso.

La proposta che intende fare l'ex premier è rivolta a tutti i partiti, per giocare all'attacco, rilanciare la legislatura e avere come orizzonte il 2023. Renzi si è detto soddisfatto per i nuovi arrivi - Rostan e Cerno non hanno partecipato alla cena - anche perché “questo dimostra che Italia Viva è più forte di come viene descritta”.

VIDEO - Chi è Giuseppe Conte?

Conte, la contromossa del governo

Giuseppe Conte, intanto, starebbe già lavorando all’operazione per tenere in vita il governo se Renzi dovesse sfilarsi. Per farlo, come riporta il Corriere della Sera, potrebbe andare in Parlamento per misurarsi con un voto di fiducia per blindare l’esecutivo e l’Agenda 2023.

"Perché io”, sarebbe il ragionamento del presidente del Consiglio, “non mi lascio distrarre o impressionare dagli scartamenti e dalle continue schermaglie di Italia Viva".

Il premier sa di avere dalla sua il sostegno del Pd e di una parte maggioritaria dei Cinque stelle, ma è proprio sui numeri che Renzi vuole "smontare" Conte, come ha detto ieri sera ai suoi riuniti a cena.

Conte-Renzi, la reazione di Salvini

Sullo scontro tra Renzi e Conte è intervenuto anche il leader della Lega Matteo Salvini, intervistato da Radio Crc: "Sono ormai tre mesi che il Governo è fermo e tiene fermo lo stesso Paese. In queste ore è in corso il tema delle intercettazione telefoniche e della prescrizione. Il Governo non fa nulla. Decreti sicurezza? E' da cinque mesi che annunciano di cancellarli, cambiarli, emetterli, ma in realtà non si fa nulla, l'unica cosa certa è che Renzi attaccherà Conte, che a sua volta verrà attaccato da Zingaretti e qualcuno attaccherà Di Maio".