Renzi: "Via quota 100"

webinfo@adnkronos.com

"Quota 100 è pensato solo per chi ha già diritti. Togliere quella misura per destinare i soldi alle famiglie e allo stipendio dei lavoratori sarebbe giusto. E molto utile. Via quota 100, più risorse ai figli e ai salari". Lo scrive Matteo Renzi nella enews. Quanto all'esecutivo, "siamo un governo di coalizione, anche molto variegata, e lo sappiamo. Per questo presentiamo le nostre idee in modo trasparente e pubblico. E grazie a Teresa Bellanova e Gigi Marattin per il prezioso lavoro di queste ore" osserva Renzi, che si prepara alla Leopolda. 

"Venerdì comincia la decima edizione - sottolinea -. Nei prossimi giorni vi invierò un programma di massima. Intanto ringrazio chi sta aderendo, chi ci sta aiutando con idee e chi invia qualche euro per coprire insieme i costi della manifestazione, chi sta votando per il simbolo di Italia Viva, che sarà svelato proprio alla Leopolda sabato pomeriggio. La scelta è tra questi tre loghi. In un solo giorno hanno votato trentamila persone, con una partecipazione sorprendente anche per me". 

L'ex premier commenta anche il conflitto in Siria: "Ciò che sta accadendo contro i Curdi è orrore puro - spiega -. Quel popolo è stato in prima linea per fermare l’estremismo dell’Isis fino a qualche mese fa. E adesso l’Occidente chiude gli occhi davanti alla scelta sciagurata della Turchia? Assurdo!". "Il regime di Erdogan va fermato - rimarca -. Il blocco delle armi è il minimo sindacale: l’Europa deve subito imporre sanzioni economiche. Chi ha visto le foto che stiamo ricevendo da Kobane è rimasto come noi senza parole. Ma il popolo curdo, forte e orgoglioso, non ha bisogno di parole: ha bisogno della reazione immediata della comunità internazionale". 

E poi la stilettata contro la sindaca di Roma: "Penso che ha ragione il nostro Luciano Nobili quando chiede le dimissioni di Virginia Raggi. Altro che farle continuare il lavoro, come vorrebbe qualche nostro amico".