Renzi: vittoria ha nome Stefano, pagliacciate non funzionano

Mda

Milano, 27 gen. (askanews) - "La vittoria ha il nome di Stefano. Le temute elezioni regionali si concludono con la vittoria netta di Stefano Bonaccini in Emilia Romagna e con la prevedibile vittoria della destra di Jole Santelli in Calabria. Le pagliacciate di Salvini non hanno funzionato: anzi probabilmente hanno spaventato parte dell'elettorato moderato, decisivo in Emilia Romagna come nel resto del Paese. Ieri il messaggio emiliano romagnolo è stato chiaro: il buongoverno batte il populismo". Così il leader e fondatore di Italia Viva Matteo Renzi, ha commentato il risultato elettorale sulla newsletter Enews.

"Il riformismo - scrive Renzi - sconfigge la demagogia. La serietà vince sull'improvvisazione. Davanti ai problemi c'è chi dimezza la disoccupazione e chi citofona al condominio. Gli Emiliano romagnoli hanno scelto chi ha portato risultati, non chi ha esasperato i problemi: il sovranismo si batte così. Come al solito - ha concluso - nelle chiacchiere del giorno dopo ogni commento è amplificato e così gli stessi che un anno fa ci spiegavano come Salvini avrebbe governato per 30 anni oggi ci dicono che la Lega è finita. Eviterei le esagerazioni. Se Salvini è chiaramente lo sconfitto delle regionali di ieri, la sfida nazionale è ancora lunga e tortuosa. E il vincitore di ieri si chiama Stefano di nome, Bonaccini di cognome. Senza la sua testarda dedizione il risultato sarebbe stato diverso. Viva Bonaccini. Viva l'Emilia Romagna".