Renzi: voto contro emendamento Leu su finanziamento partiti

Pat

Bologna, 30 nov. (askanews) - Votare contro l'emendamento di Leu che prevede di far slittare al 2021 l'applicazione delle disposizioni della "spazza-corrotti" in materia di finanziamento pubblico ai partiti. E chiedere al M5s, oltre che votare contro, anche di estendere le regole di quella legge oltre che ai partiti e alle fondazioni, anche alle "srl come la Casaleggio", come "atto di grande rispetto del giuoco democratico". E' la proposta del leader di Italia viva, Matteo Renzi, presentata a Bologna durante una convention del partito, che non risparmia critiche al partito di Pietro Grasso e ai due firmatari dell'emendamento Stumpo e Pastorino: "Non permettiamo di fare i moralisti contro di noi e poi di fare gli emendamenti di nascosto".

Al Teatro delle Celebrazioni di Bologna, Matteo Renzi si sofferma su un emendamento di Leu che verrà discusso in commissione Finanze e che chiede che le disposizioni dell'art 5 comma 4 del decreto legge del 28 dicembre 2013, convertito con modificazioni dalla legge del 21 febbraio 2013, la legge 13 "spazza-corrotti", si applichino a partire dal 1 gennaio 2021.

"Stumpo e Pastorino, nel silenzio di tutti stanno dicendo: prendiamo la legge che equipara fondazioni e partiti e facciamola applicare a decorrere dal 1 gennaio 2021. Forse perché c'è qualche fondazione che ha qualche amico di Leu? - ha chiesto Renzi -. Se questo è, io propongo ai 5stelle di votare contro questo emendamento. E anzi di applicare le regole della spazza-corrotti non solo ai partiti e alle fondazioni, ma anche le srl che collaborano con i partiti, a cominciare dalla Casaleggio. Ci stai Gigi?".

(segue)