Repsol/Ypf: si' definitivo Parlamento argentino a nazionalizzazione

(ASCA-AFP) - Buenos Aires, 4 mag - Via libera definitivo del

Parlamento argentino alla nazionalizzazione della Ypf,

sussidiaria della compagnia petrolifera spagnola Repsol. Dopo

l'approvazione dei giorni scorsi al Senato, la legge voluta

dal presidente Cristina Kirchner ha ottenuto alla Camera una

schiacciante maggioranza, con 207 voti favorevoli, 32

contrari e sei astensioni.

Il provvedimento portera' lo Stato argentino al controllo del

51% della Ypf, da dividere fra il governo federale e le

province produttrici di petrolio del paese.

La Ypf e' una ex compagnia di Stato privatizzata nel 1992

e la Kirchner ha giustificato l'esproprio con il mancato

rispetto del livello degli investimenti che la Repsol avrebbe

dovuto garantire.

Spagna e Unione Europea hanno duramente criticato la

nazionalizzazione. La Repsol ha annunciato di volersi

rivolgere agli arbitrati internazionali per ottenere una

compensazione di almeno 10 miliardi di dollari.

Ricerca

Le notizie del giorno