Resistenza, Lega: sinistra nega ricordo milanesi uccisi dai Gap

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 13 lug. (askanews) - "Abbiamo l'ennesima conferma che per la sinistra ci siano morti di serie A e altre di serie B, a seconda di chi commette l'atroce delitto". Lo ha scritto in una nota Samuele Piscina, vicecommissario cittadino della Lega e Consigliere comunale di Milano, in relazione alla bocciatura di una sua mozione a Palazzo Marino che chiedeva di "ricordare gli innocenti cittadini milanesi che persero la vita" nella strage dell'8 agosto 1944, quando in viale Abruzzi 77 scoppiarono 2 ordigni applicati su un autocarro che distribuiva le razioni alimentari ai milanesi.

L'obiettivo, ha aggiunto, era "l'istituzione di una commemorazione annuale e la posa di un cippo con i nomi delle vittime, senza entrare nel merito delle dinamiche". L'attentato in questione, ha aggiunto, "fu attuato dai partigiani dei Gruppi d'Azione Patriottica associati alle Brigate Garibaldi della Lombardia, come emerso dagli studi dello scrittore Pierangelo Pavesi che ha rinvenuto, presso l'archivio dell'Istituto Gramsci di Roma, il bollettino del delitto in questione, n. 011033. Proprio a fronte di tale fatto storico, ampiamente documentato e accertato, è sopraggiunto l'irrigidimento della sinistra in Palazzo Marino che ha bocciato il documento".

"È incredibile come dei civili, cittadini milanesi senza colpa alcuna, barbaramente trucidati dal gruppo Gap, per la sinistra e il sindaco Sala non siano meritevoli della stessa giusta dignità che è stata prevista per i 12 partigiani ingiustamente trucidati in seguito alla strage, per vendetta da parte dei nazisti. Non possono esistere morti innocenti meno meritevoli di altri di essere commemorati", ha concluso Piscina chiedendo fortemente al sindaco, Giuseppe Sala, "di ripensarci, senza alcuna condanna o entrando nel merito di quanto accaduto in quel giorno dell'anno 1944, ma come doveroso ricordo delle 10 vittime civili innocenti milanesi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli