Resta: ministro Transizione ambientale abbia varie competenze

·1 minuto per la lettura
Resta: ministro Transizione ambientale abbia varie competenze
Resta: ministro Transizione ambientale abbia varie competenze

Milano, 11 feb. (askanews) – “È un problema complesso per cui, come in tutti i problemi complessi, non basta una competenza, non basta l’esperto di tecnologie, serve anche un esperto di società e di comportamenti perché non è che, ad esempio, solo sviluppando l’idrogeno si ottiene tutto o abituando il cittadino ad andare in bicicletta”. Lo ha detto il rettore del Politecnico di Milano, Ferruccio Resta, a proposito de nuovo ministro per la Transizione ecologica che il premier incaricato, Mario Draghi, intende nominare. “È un percorso complesso, bisogna mettersi bene in mente che è un percorso lungo, non c’è una bacchetta magica che nel giro di dieci minuti risolve i problemi. È un percorso che bisogna iniziare, tenendo la barra molto dritta e continuando, goccia dopo goccia, si trasforma naturalmente la società. Sicuramente il tema della sostenibilità intercetta ormai tutti i trend, quello demografico, quello dello sviluppo delle città, quello dell’inclusione, è una sostenibilità che deve essere letta non in forma ideologica, ma moderna, intercettando tecnologie, inclusione e qualità della vita per fare in modo che l’individuo e l’ambiente vivano sempre più in una sinergia”.