Restrizioni più dure a San Benedetto Val di Sambro

·2 minuto per la lettura
Tampone
Tampone

Un comune in provincia di Bologna, San Benedetto Val di Sambro, sull’Appennino bolognese, è a rischio zona rossa. Alcune frazioni sono sorvegliate speciali a causa dell’aumento dei contagi da Coronavirus, in modo particolare a causa della variante inglese.

Bologna, comune rischia zona rossa

Il comune di San Benedetto Val di Sambro, con poco più di 4mila abitanti, ha messo in vigore misure straordinarie, come la chiusura di tutte le scuole, e si procederà con tamponi a tappeto a tutta la popolazione. La preoccupazione riguarda soprattutto la variante inglese. Come riportato dalla stampa locale, questa decisione è stata presa da Alessandro Santoni, sindaco del comune, dopo una lunga riunione con Regione Emilia-Romagna, Prefettura e Asl di Bologna. “I dati del nostro Comune non sono buoni. Si registrano importanti velocità di crescita dei contagi che si stanno allargando un pò a tutte le frazioni del territorio, con conferma di alcuni casi di positività da variante inglese (ecco il motivo di tale rapidità di diffusione)” ha spiegato su Facebook il primo cittadino.

Il sindaco ha sottolineato che i numeri del contagio avrebbero già potuto giustificare l’ordinanza regionale per attivare la zona rossa, ma il Comune ha chiesto di non procedere ancora in quella direzione, stabilendo delle misure più restrittive. I residenti, questa settimana, saranno di nuovo sottoposti a tamponi molecolari e in base all’esito dei test si capirà cosa potrà accadere prossimamente. Il tampone a tappeto era già stato effettuato nelle frazioni di Pian del Voglio, Ripoli e Sant’Andrea, ma solo un residente su quattro aveva partecipato. In questo momento il Comune ha chiesto la massima collaborazione da parte di più persone possibili. In più alle regole della zona arancione, il sindaco Santoni ha imposto ulteriori misure, come la sospensione delle attività in presenza nelle scuole, da quelle dell’infanzia alle superiori.