Rezza: "Correre a vaccinarsi, se anche giovani protetti corsa Covid rallenta"

·1 minuto per la lettura
featured 1435736
featured 1435736

Milano, 16 lug. (Adnkronos Salute) – Spera si "continui a vaccinare al ritmo di oltre 500mila dosi al giorno" e che non si cominci a "fare i conti con una certa riduzione della domanda" il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza. "Credo che tutti quanti siano talmente responsabili da correre a vaccinarsi. Quando si comincerà a vaccinare un numero sostanzioso di giovani, allora comincerà a rallentare anche la corsa del virus", ha detto l'esperto, durante la conferenza stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale Covid della Cabina di regia.

"Abbiamo il vaccino e dovremmo aver protetto gran parte delle persone che andavano protette con più urgenza. Continuando, riusciremo anche a mettere un ostacolo alla circolazione virale. Ma dobbiamo essere cauti quando vediamo aumentare l'incidenza. Fortunatamente non vediamo al momento nessun carico sui sistemi sanitari. Continuiamo a vaccinare e a tenere comportamenti prudenti", ha aggiunto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli