Riaperture e zona gialla, Pregliasco: "Attenzione, curva contagi può risalire"

·1 minuto per la lettura

Attenzione all''effetto giallo', colore che caratterizza da oggi tutta Italia. "Con le riaperture è possibile anche una nuova crescita della curva dei contagi, se non ci saranno le necessarie cautele". Avverte Fabrizio Pregliasco, virologo dell'università Statale di Milano, che all'Adnkronos Salute spiega: "Abbiamo conosciuto molto di questo virus in poco tempo, ma ci può ancora sfuggire, ritengo che sia fondamentale cautela, sistematicità e progressione nelle aperture".

Serve attenzione, precisa Pregliasco, "perché è possibile che ci possa essere non una nuova ondata ma, più probabilmente, un'onda di risalita dei contagi". E' matematico "con le riaperture - spiega ancora - aumentano i contatti e quindi la probabilità di incontrare una persona positiva al virus. Secondo i dati di ieri i positivi, in Italia, erano 281 mila. Questo vuol dire che, come minimo, considerati quelli non identificati, sono almeno il doppio. Quindi c'è oltre mezzo milione di persone positive che è possibile incontrare con la maggiore mobilità. E' possibile anche che un vaccinato possa essere positivo e possa mantenere una catena di contagio".

Per tutte queste ragioni "si potrà vedere, dunque, un lieve rialzo della curva, in funzione della progressione delle aperture, conseguente al numero dei contatti anche se, fortunatamente, non ci sarà la stessa proporzionalità sui casi gravi grazie ai vaccini", conclude Pregliasco invitando a non abbandonare le misure di protezione - distanziamento, mascherina, igiene - "questo permetterà di avere, gradualmente maggiori libertà".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli