Riaperture, stabilimenti balneari: "siamo pronti ad accogliere anche gli stranieri dal 15 maggio"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Gli stabilimenti balneari sono pronti a riaprire il 15 maggio ed in vista della stagione estiva e "sono pronti ad accogliere i turisti anche stranieri, in particolare i tedeschi, che durante la Pentecoste, dal 13 maggio, avranno un periodo di vacanze di 15 giorni". Lo sottolinea Antonio Capacchione, presidente dei balneari Sib di Fipe-Confcommercio, intervistato dall'Adnkronos in merito alle nuove disposizioni decise dal governo Draghi. "La nostra richiesta al ministro Garavaglia è stata accolta, siamo soddisfatti: l'apertura a giugno ci avrebbe penalizzato rispetto ad altri mercati concorrenti come la Grecia e la Spagna. L'importante è che l'Italia c'è ed è pronta" rimarca.

Quanto alle prenotazioni di lettini ed ombrelloni "stanno arrivando, c'è voglia di mare ma finora erano orientate su luglio e agosto, - spiega - mentre ora confidiamo che verranno anticipate e poi, quest'anno, prevediamo che molte persone arriveranno nelle località turistiche un po' prima per lavorare in remoto con lo smart working, ci sono già delle richieste" riferisce Capacchione. I protocolli anticovid? "probabilmente saranno gli stessi dell'anno scorso, hanno funzionato".

Inoltre, i gestori delle spiagge segnalano "l'esigenza che i bagnini, addetti al primo soccorso, debbano rientrare tra le categorie prioritarie per le vaccinazioni". "Stiamo parlando dei bagnini di salvamento che magari, all'occorrenza, devono fare anche la respirazione bocca a bocca. Questo personale e non i bagnini che sistemano le attrezzature negli stabilimenti, dovrebbe essere vaccinato appena possibile. Non vogliamo scavalcare nessuno ma - avverte - diciamo che dovrebbero avere una certa precedenza".