Ricatta l'ex amante con video intimi, arrestato per revenge porn

Aveva filmato i loro rapporti sessuali all'insaputa della compagna e poi ha minacciato di metterli online se la donna non avesse saldato 3 mila euro. La Polizia di Bergamo ha arrestato un uomo per estorsione e "diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti", reato previsto dalla legge sul "revenge porn".

La donna aveva denunciato l'estorsione alla Squadra Mobile della Questura di Bergamo. La vittima, sposata e residente in un paese dell'hinterland, ha iniziato ad avere problemi una volta che si era decisa a troncare la relazione extraconiugale con un collega di lavoro.

L'uomo le ha inviato tramite messaggi WhatsApp dei video dal contenuto esplicito nei quali la coppia era intenta a consumare rapporti intimi. Per convincerlo a non diffondere quel materiale su internet e inviarlo al marito, l'uomo le ha chiesto il pagamento immediato di 500 euro e di ulteriori 2.500 entro maggio. La Sezione "Reati contro la persona, in danno dei minori e reati sessuali" ha trovato anche i filmati. L'uomo è stato arrestato.