Riccardi (Fvg): raddoppiate borse studio per scuole... -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 30 ott. (askanews) - "Da subito - ha aggiunto Riccardi - abbiamo intensificato il rapporto con i direttori dei dipartimenti universitari, confrontandoci anche con gli Ordini provinciali dei medici sulle potenzialità formative delle scuole di specialità medica e sui requisiti che ne determinano l'attivazione presso le università".

"Il confronto e lo scambio costante tra Regione e dipartimenti universitari di area medica - ha proseguito il vicegovernatore - ha consentito di conciliare le esigenze e le finalità istituzionali con l'interesse di disporre di una qualificata rete formativa di scuole di specialità in regione, ognuna delle quali è sottoposta alla valutazione dei rispettivi requisiti da parte del ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca (Miur)".

Riccardi ha quindi ribadito l'importanza di conoscere i meccanismi che regolano i rapporti tra Stato e Regioni, "in particolare quelli che vedono lo Stato avere la potestà su decisioni in materia di formazione della classe medica sui quali - ha concluso - la Regione ha la facoltà di decidere di implementare con fondi propri quanto già disposto nei tavoli di confronto in base a delle precise analisi delle future esigenze locali".