Riccardo Iacona: "Con 'PresaDiretta' dentro la complessità del mondo"

(Adnkronos) - "Lo slogan di quest'anno di 'PresaDiretta' è 'dentro la complessità del mondo'". Parola di Riccardo Iacona, che in un'intervista all'Adnkronos svela i contenuti della nuova stagione del programma di Rai3 che prende il via il 29 agosto prossimo in prima serata su Rai3, tutti i lunedì per otto puntate. La formula non cambia ed è quella delle inchieste e dei reportage incentrati sui temi caldi dell'attualità, per comprendere quali saranno le conseguenze della guerra in Ucraina. Con una puntata speciale, quella di lunedì 26 settembre, per commentare e cercare di capire i risultati elettorali dopo il voto delle politiche del 25 settembre.

"E' una puntata che ancora dobbiamo scrivere e immaginare - spiega Iacona - però siamo contenti di esserci quel giorno per fare il punto sui temi che i vincitori delle elezioni dovranno affrontare, ma anche per capire i flussi elettorali di centrodestra e centrosinistra, da chi si sentono rappresentate le classi popolari, se ci saranno travasi da un partito all'altro e quale sarà il futuro del Terzo polo". Nel frattempo 'PresaDiretta' condurrà i suoi telespettatori verso il giorno delle elezioni con tre puntate dedicate proprio ai temi più importanti della campagna elettorale, dalla guerra del grano ai prezzi del gas, fino alle scelte energetiche per liberarci dalla dipendenza del gas russo.

"Nelle prime tre puntate lavoriamo sulle conseguenze dell'aumento delle materie prime causato dalla guerra in Ucraina e sulla risposta a questa crisi", spiega Iacona, sottolineando che "la preoccupazione principale è che l'autunno ci 'regalerà' una botta pazzesca a causa dell'aumento del gas. Ce la faremo con i salari minimi italiani a reggerla? Cerchiamo di capire anche quali sono le politiche agricole della Ue e le eventuali speculazioni finanziarie. In studio nella prima puntata, dal titolo 'Guerra e fame', ci sarà Maurizio Martina, vicedirettore generale della Fao ed ex ministro dell'Agricoltura (nei governi Renzi e Gentiloni, dal 2014 al 2018, ndr)".

Nella seconda puntata 'I signori del gas', "ossia quelli che brindano all'aumento del prezzo dei gas - osserva il giornalista - vedremo quali sono i player che si inseriscono in questo mercato che sta stritolando l'Europa, primi gli americani che vendono al mondo intero il loro gas al prezzo stabilito dalla Borsa di Amsterdam, speculando sugli aumenti. Cercheremo anche di capire come funziona e cosa comporta il nuovo accordo con l'Algeria e viaggeremo attraverso le imprese italiane per capire le conseguenze che pagano con questo aumento del prezzo del gas".

Nella terza puntata "mettiamo da un lato il nucleare e dall'altro le rinnovabili. Siamo stati la prima troupe italiana a entrare nella miniera di uranio in Kazakistan, dove la maggior parte dei paesi si approvvigiona per le proprie centrali nucleari. Anche lì - spiega Iacona - c'è un grande giro d'affari e anche sull'uranio si gioca una nuova partita geopolitica. Ma racconteremo pure quali sono le grandi potenzialità delle energie rinnovabili". Dopo le elezioni, 'PresaDiretta' affronterà anche la questione del Pnrr e quella dell'Est del mondo.

"Vogliamo entrare dentro la macchina della propaganda di Putin contro l'Occidente e renderci conto di come questi Paesi, che prima guardavano a noi, ci vedono adesso, cosa insegnano sull'Occidente ai loro figli nelle scuole. Insomma, per comprendere quale mondo stanno costruendo, perché - conclude - per capire che cosa sta succedendo bisogna conoscere e capire le ragioni degli altri".

(di Pippo Orlando)