Ricci: Pd non può rifare Pds ma nuovo bipolarismo insieme al M5S

Bar

Roma, 27 ott. (askanews) - "O pensiamo che fra tre mesi si vada a votare o come possiamo pensare che se governiamo tre anni questo non cambi il quadro politico? E' evidente che dobbiamo fare ogni tentativo, come sta facendo Nicola (Zingaretti, ndr), per provare ad ancorare il M5S al nuovo bipolarismo che vede da una parte i riformisti e gli europeisti e dall'altra i populisti e i sovranisti". Lo ha affermato Matteo Ricci, sindaco di Pesaro ed ex esponente di punta della corrente renziana, intervenendo a "Storie comuni", l'assemblea nazionale dei sindaci e degli amministratori del Pd in corso a Roma.

"Noi - ha detto Ricci - non crediamo nei partiti personali ma la leadership dev'essere rispettata, se noi facciamo un congresso e il giorno dopo ricomincia il congresso, non ne usciamo". In prospettiva, però, "l'ho detto a Matteo (Renzi, ndr) quando ha fatto la sua scelta, è sbagliato pensare che noi possiamo rifare il Pds, la sinistra di una volta".