Ricciardi: "Mutazioni del virus potrebbero esplodere tra un mese"

·1 minuto per la lettura
Walter Ricciardi
Walter Ricciardi

Il consulente del Ministero della Salute Walter Ricciardi ha lanciato l’allarme su una possibile esplosione delle varianti del virus a marzo su modello di quanto successo in Gran Bretagna, che ha visto emergere a settembre la mutazione che ha poi avuto una circolazione massiccia a dicembre.

Ricciardi sulle varianti del virus

Ospite del Multistakeholder Forum di Poste Italiane, l’esperto ha affermato che ancora non si sa esattamente dove e come si stanno diffondendo queste nuove varianti, cosa che si vede soltanto nel momento in cui emergono come è successo in focolai sporadici (come quello di Corzano, nel bresciano) o in Umbria. Regione in cui una sessantina di comuni sono finiti in zona rossa e in cui non si esclude l’estensione del lockdown a tutto il territorio. Anche in Lombardia le autorità sanitarie hanno riscontrato un centinaio di casi legati alle mutazioni britannica, sudafricana e brasiliana.

Ciò che preoccupa maggiormente Ricciardi è che a marzo l’Italia possa assistere ad un’esplosione delle varianti a marzo come successo “in Gran Bretagna, che ha visto emergere questa mutazione a settembre per poi esplodere a dicembre“. L’unico modo per limitarne la circolazione, oltre al rispetto delle norme anti contagio, è secondo lui istituire chiusure generalizzate.

La situazione, ha spiegato, è preoccupante anche “perché queste varianti noi non le monitoriamo adeguatamente“. I dati continuano infatti ad essere stabili, “ma restano comunque sopra la soglia d’allerta“. É vero che i contagi non stanno salendo ma non hanno nemmeno accennato a diminuire. Anzi, secondo il report settimanale della Fondazione Gimbe, in 17 province i nuovi casi positivi sono aumentati del 5%.