Ricciardi: su Immuni profondamente insoddisfatto, non rintraccia

Sav

Roma, 24 giu. (askanews) - "Sulla app Immuni sono profondamente insoddisfatto. Nella concezione della app, una decisione all'unanimit della politica, si privilegiata la tutela della privacy all'efficacia del contenimento dell'epidemia. In questo momento potrebbe essere anche accettabile, ma voglio vedere se ci fossero migliaia di casi come li rintracciamo". Lo ha detto Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene generale e applicata all'Universit Cattolica e direttore dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane, presentando il rapporto Osservasalute 2019.

"Il Veneto - ha spiegato - riuscito a circoscrivere l'epidemia perch ha geolocalizzato e violando non so se la legge o la privacy riuscito a circoscrivere l'epidemia: faccio i complimenti dal punto di vista sanitario".

"La app Immuni non ha la geolocalizzazione e tutta una serie di paletti che tutelano assolutamente la privacy, ma non consentono di rintracciare qualcuno. Se a questo aggiungiamo che a tutt'oggi stata scaricata solo da 3,5 milioni di cittadini, ma la percentuale minimale perch sia efficace almeno il 60% della popolazione, si capisce il senso di frustrazione che ho".

"Non solo un problema italiano, ma europeo: l'Europa privilegia la tutela della privacy, che va sicuramente protetta ma in epoca di emergenza bisogna privilegiare la vita umana", ha concluso.