Ricciardi: "Vaccinare 250mila al giorno per immunità gregge in autunno"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·3 minuto per la lettura

Per avere un'immunità di gregge in autunno, "dobbiamo vaccinare 250mila persone al giorno tutti i giorni, 7 giorni alla settimana". A puntualizzare i termini della missione che aspetta l'Italia è Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza, e docente di Igiene all'università Cattolica, intervenuto oggi ad 'Agorà' su Rai3, spiegando che "un approvvigionamento continuo di dosi di vaccino anti-Covid ci sarà non tanto in questo mese, ma da marzo in poi. E soprattutto da aprile le dosi saranno sufficienti per fare una campagna di massa. E' un'impresa davvero colossale". Ma l'immunità di gregge entro autunno "è un obiettivo raggiungibile, se ci mettiamo nella possibilità di raggiungerlo".

L'esperto chiama in causa l'esempio Usa: "Ieri gli Stati uniti con questo nuovo approccio del presidente Biden hanno vaccinato in un solo giorno più di 2 milioni di persone. E' fattibile. Se ci si organizza, noi abbiamo tutta la possibilità con il nostro servizio sanitario nazionale, con i medici di medicina generale, con i grandi spazi che abbiamo a disposizione per farlo".

L'esperto spiega che bisogna intervenire "per garantire un coordinamento nazionale e un approvvigionamento continuo" di dosi. "Soltanto 8 Regioni hanno aperto la vaccinazione agli ottantenni, soltanto 4 hanno un sistema informativo".

Quanto alle sue dichiarazioni, in cui ha citato l'ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso in riferimento alla necessità di un punto di riferimento nazionale per la campagna vaccinale, il consigliere di Speranza torna a ribadire di "non aver criticato" il commissario straordinario per l'emergenza coronavirus Domenico Arcuri. "Semplicemente - osserva - nei Paesi che hanno avuto una campagna vaccinale di successo c'è una figura che è dedicata a questo. In Israele ce n'è uno, in Gran Bretagna ce n'è una, negli Stati Uniti uno. C'è una persona che dirige una squadra e si dedica a tempo pieno esclusivamente su questo 24 ore su 24, per i prossimi mesi".

Per Ricciardi "è importantissimo avere un Governo nel pieno delle sue facoltà", innanzitutto "perché la campagna vaccinale" anti-Covid "sarà un'impresa straordinaria, veramente colossale, e c'è bisogno di un Governo autorevole". Ma non solo: "c'è bisogno di un Governo anche per scegliere la strategia" contro Covid-19 e cambiarla rispetto a oggi. E "se il Governo" che sta per nascere in Italia sarà "politico-tecnico, ci sarebbe la necessità di non cambiare il ministro" della Salute. "Il ministro Speranza si è dato veramente anima e corpo a questa lotta contro la pandemia". Inoltre, ha aggiunto, "ormai ha" chiara tutta "una serie di meccanismi e ha tutta quanta la conoscenza della macchina".

"Quella della convivenza con il virus non sta funzionando", ha osservato Ricciardi. "Quella che sta funzionando, nei Paesi che l'hanno adottata, è la strategia di eliminazione del virus - ha precisato - Quella della convivenza costringe a continui tira e molla che sono deleteri per la salute, per l'economia e per la psicologia delle persone". Quindi "mi auguro che il nuovo Governo lasci questa strategia della convivenza - auspica l'esperto - e adotti quella dell'eliminazione del virus".